Torino incontra la comunità di Taizé.

Sabato, 21 aprile 2018


Dalle 10:30

Accoglienza presso la Chiesa di San Domenico

Via S.Domenico angolo via Milano

12:00

Preghiera con i frères di Taizé presso la Chiesa di San Domenico

Via S.Domenico angolo via Milano

14:30

Incontro con i frères per ragazzi, giovani e adulti

17:00

Workshop a tema: esperienze spirituali, artistiche e solidali

In vari punti del centro di Torino

19:00

Distribuzione della cena (necessaria iscrizione)

21:00

Preghiera ecumenica in Duomo con i frères di Taizé insieme con: Mons. Cesare Nosiglia - Arcivescovo di Torino,
Padre Lucian Rosu - Parroco ortodosso romeno,
Eugenia Ferreri - Presidente Commissione evangelica per l’ecumenismo

Duomo, Piazza S.Giovanni

Vieni, sei il benvenuto!

Perchè un incontro di Taizé a Torino?


Per interrogarci su cosa significhi servire nella nostra quotidianità

Per riflettere insieme con i fratelli di Taizé e con altri giovani sul significato della gioia

Per unire le chiese torinesi nella preghiera, con canti e silenzio

Per incontrare le persone che vivono il Vangelo in mezzo alle sfide di oggi

Guarda il programma

Taizé, un’esperienza di accoglienza

Cos'è Taizé


La comunità di Taizé nasce da un’esperienza di accoglienza.
Nel dopoguerra Roger Schutz e la sorella Geneviève ospitano profughi, alcuni ebrei e ex prigionieri di guerra, per lo più tedeschi, nella loro casetta in Borgogna; li accompagnano per un tratto di vita, finché non sono in grado di riprendere la loro strada.
Sobrietà, per non dire povertà, e rispetto ne sono gli ingredienti essenziali. A questi, nel cuore e nella vita di fr. Roger, si aggiungono il silenzio e la preghiera, una forte tensione spirituale, il desiderio di riconciliazione, il sogno dell’unità dei cristiani.

Piano piano, alcuni, sia cattolici sia riformati, lo raggiungono e così, sulla collina di Taizé, nasce una cosa inaspettata: una comunità monastica ecumenica a carattere internazionale che diverrà presto un punto di riferimento prezioso per migliaia di giovani che, da tutto il mondo, andranno a Taizé «come a una sorgente».

Oggi la comunità conta un centinaio di fratelli, cattolici e di diverse origini evangeliche, provenienti da quasi trenta nazioni. Attraverso la sua semplice esistenza, ama definirsi “parabola di comunione”: segno concreto di riconciliazione tra cristiani divisi e tra popoli separati. Fr. Roger è morto il 16 agosto del 2005, a 90 anni. Fr. Alois Löser, scelto da tempo da fr. Roger come suo successore, è ora il priore della comunità.

Comunità di Taizé

Scrivici

Per informazioni e iscrizioni

Per saperne di più scrivi a info@torinoincontrataize.it

logo torino incontra taizé
logo taizé community
logo pastorala giovanile